Villa del Cigliano

La struttura mantiene immutato il carattere della classica azienda toscana costituta dalla Villa con annessa Fattoria per la produzione di vino e olio extravergine.

La Villa, edificata nella seconda metà del ‘400 su preesistenti edifici medievali, fu acquistata nel 1546 da Alessandro di Niccolò Antinori e appartiene tuttora ai discendenti della stessa famiglia.

Gli ambienti interni conservano la loro struttura rinascimentale. Il cortile, al di sopra degli archi della loggia, è impreziosito da due tondi in maiolica attribuiti a Giovanni Della Robbia raffiguranti gli stemmi Antinori e Tornabuoni.

Il muro di cinta racchiude un bellissimo giardino storico, le cui caratteristiche attuali risalgono alla seconda metà del ‘600, quando fu creata un’ampia vasca, in cui si riflettono sia la facciata barocca che l’imponente ninfeo del Nettuno decorato con sassi di fiume e conchiglie e ornato da grotteschi.

Sotto la villa si trovano le cantine storiche ancora in uso destinate all’invecchiamento del vino, che ospitano anche una magnifica orciaia con una collezione di orci antichi in terracotta per la conservazione dell’olio.